Consigli su come isolare un cavo elettrico interno ed esterno

Il cavo elettrico non è altro che un elemento che contiene al suo interno una parte metallica utilizzata come conduttore per unire due o più apparecchiature elettriche.

Esternamente, il cavo è rivestito di un materiale isolante come la gomma o la plastica in modo da evitare possibili contatti con l’elettricità che circola all’interno. Solitamente, il materiale più utilizzato è la gomma.

Perché è importante isolare un cavo elettrico

La struttura del cavo elettrico, in ogni caso, necessita di molte attenzioni e protezioni, specialmente se si tratta di un cavo elettrico da esterni. Trovandosi esposto ad ogni tipo di intemperie, infatti, il cavo potrebbe spezzarsi molto più facilmente rispetto ad un destinato ad un uso interno. Oltre a spezzarsi, il rivestimento esterno potrebbe anche consumarsi, lasciando fuoriuscire tutti i fili metallici situati all’interno. In questi casi, infatti, è opportuno isolare i cavi per evitare qualsiasi tipo di incidente che potrebbe succedere. Così facendo si preserverà anche l’integrità dell’impianto che potrebbe essere danneggiato soprattutto dall’acqua.

Di conseguenza, conoscere i procedimenti per isolare un cavo elettrico sia interno che esterno è molto importante soprattutto se si svolgono lavori riguardanti gli impianti elettrici di un edificio.
Ovviamente è sempre consigliato l’intervento di un esperto in merito per evitare di peggiorare eventuali situazioni già gravi.

Vediamo di seguito come fare per isolare un cavo elettrico, vedendo nel dettaglio l’occorrente e i vari accorgimenti necessari.

Occorrente

Prima di passare all’analisi dettagliata dei punti del procedimento da svolgere per isolare un cavo elettrico, è opportuno analizzare anche l’occorrente necessario in modo procurare gli oggetti giusti.
Per il lavoro, sarà necessario procurarsi delle canaline dove dovranno passare i cavi in questione; delle guaine nel caso in cui si dovessero sostituire le canaline; della malta cementifera per tappare eventuali fori nel muro che si vengono a creare per inserire i cavi; del silicone se la malta non è disponibile e infine della lana di vetro.
L’occorrente è valido sia per cavi da esterno che da interno e il procedimento è lo stesso, ponendo particolare attenzione ai cavi da esterno soggetti alla pioggia.

Passiamo ora all’analisi dei procedimenti da svolgere per effettuare questo lavoro non troppo difficile.

Procedimento per isolare i cavi

Come si può notare dalla lista di materiali che occorrono per svolgere questo lavoro, il procedimento è abbastanza facile e soprattutto veloce, che chiunque potrebbe svolgere. In ogni caso, abbiamo fornito due tipi di materiali in quanto l’isolamento dei cavi da esterno può essere effettuato in due modi: utilizzando le guaine oppure sfruttando delle canaline realizzate in PVC o in acciaio.

In ogni caso, prima di cominciare qualsiasi tipo di lavoro riguardanti i cavi elettrici, bisogna assolutamente staccare la corrente elettrica in modo da evitare spiacevoli incidenti che possono accadere a causa del contatto con i fili in rame che trasportano l’elettricità. Successivamente potrete decidere quale dei due materiali utilizzare. L’unica accortezza a cui dovete prestare attenzione riguarda la lunghezza del materiale da acquistare, questa dovrà rispecchiare la lunghezza del cavo elettrico o almeno essere leggermente superiore in modo da dare la possibilità di tagliare la parte troppo lunga.

Infine, prima di coprire l’intero cavo bisogna assicurarsi che questo sia pulito in modo da evitare che si creino delle ostruzioni nel passaggio della corrente elettrica. Inutile dire che il cavo deve essere, oltre che pulito, anche privo di danni in quanto si andrebbe poi a svolgere un lavoro superfluo. Ricordate che il cavo deve essere coperto per la sua interezza, senza lasciare alcuna parte scoperta.
Vediamo ora alcuni consigli da seguire per svolgere al meglio il lavoro.

Consigli utili

Una volta terminato quanto detto finora, bisognerà coprire i buchi lasciati all’interno del muro con la malta o con il silicone se si vuole donare l’effetto muratura, come se questa non fosse stata forata. In realtà, oltre che essere un fatto estetico, questo procedimento serve proprio per proteggere i cavi dalla pioggia, se si tratta dell’esterno, e da altri fattori atmosferici come la polvere se si tratta di cavi da interno.

Infine, bisogna porre particolare attenzione a questo processo soprattutto se il luogo in cui sono situati i cavi è caratterizzato da una forte umidità. In questo caso, infatti, consigliamo di passare la lana di vetro all’interno della guaina o della canalina, a seconda di ciò che si è scelto, in modo da limitare i danni dovuti all’umidità.

Fonte: latrivenetacavi.com

Leave A Comment

X